La rapida fertilizzazione di un terreno

Uno dei modi per una sicura e veloce via, (due, tre mesi) per fertilizzare il terreno è coprire la terra con uno strato di compost di almeno 10/15 cm, mescolandolo solo con vanga forca, con lo strato superficiale del terreno. Pacciamare il terreno con un buon strato di foglie di bosco già marroni o altra sostanza organica rapidamente decomponibile come sfalci di erba parzialmente decomposti (escludere inizialmente la paglia che non ha tempi di rapida decomposizione). Piantare leguminose (in maggior parte nane, ad es. secondo il periodo fave o fagiolini e fagioli, in modo che, insieme ad ortaggi consociabili coprano tutto il terreno e ripeto tutto (esclusi i passaggi delle aiuole). Ciò favorirà il rapido sviluppo della vita terricola inseminata con il compost che migliorerà velocemente il terreno. La copertura verde eviterà insieme al pacciame, l’eccessiva evaporazione dall’umidità, che va monitorata in modo che sia sempre presente per mantenere il terreno in tempera. Le radici delle leguminose (per fissare azoto) e degli altri ortaggi daranno il loro contributo al miglioramento e non devono essere tolte a fine ciclo. La maggiore quantità di compost accelera la fertilizzazione. Se non si ha compost in quantità, si userà come inseminatore di micro e mini vita distribuendolo in modo uniforme. Ovviamente il terreno da coltivare non deve essere calpestato costruendo aiuole coltivabili e corridoi per i passaggi laterali come si usa fare anche nell’orto sinergico. Saltuariamente si forerà il terreno con vanga forca facendo oscillare leggermente il manico, una volta infilati i denti. Nei video il terreno prima e dopo il trattamento.
La rapida fertilizzazione di un terreno

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *